ARRIVA L’ESTATE….CLIMATIZZATEVI CON NOI!!!

Dallo scorso 1° condizionatore_inverterGennaio 2013 è iniziato il conto alla rovescia per la vendita di macchine, fisse, di climatizzazione on off con potenza non superiore ai 12 kW, che potranno essere vendute solo fino ad esaurimento scorte.

Acquistando un climatizzatore per far fronte al caldo dell’imminente stagione estiva, molto probabilmente potremmo scegliere solo tra modelli di tipo inverter.

I vantaggi di una macchina inverter rispetto ad una macchina di pari potenza ma con tecnologia on-off derivano, principalmente, dalla capacità della macchina inverter di adattarsi alla variazione dei carichi termici delle condizioni micro-climatiche dell’ambiente in cui è installata, minimizzando in tal modo i consumi di energia elettrica.

La scomparsa dei climatizzatori con tecnologia on-off e di potenza termica nominale minore o uguale a 12 kW deriva dall’attuazione di un preciso piano energetico europeo, identificato semplicemente come piano strategico 20/20/20, descritto dalla Direttiva 2009/28/CE.

Quest’ultima ha definito tre obiettivi per l’Unione Europea da raggiungere entro il 2020: la riduzione del 20% dell’immissione di anidride carbonica in ambiente, l’incremento del 20% di energie rinnovabili e la riduzione del 20% dei consumi energetici.

La necessità di ridurre i consumi e le immissioni di anidride carbonica in ambiente, per le macchine di climatizzazione, hanno rivoluzionato anche le etichette energetiche ed i coefficienti che ne descrivono le prestazioni.

Ricordiamo che sono attualmente in vigore le detrazioni fiscali per il risparmio energetico (65%), si possono applicare ad interventi eseguiti su edifici di qualsiasi categoria catastale, basta che siano esistenti e già dotati di impianto di riscaldamento: abitazioni, uffici, negozi e quant’altro. Nel caso di pompe di calore, la condizione per accedervi è che si tratti di sistemi ad alta efficienza, come nel caso dei condizionatori ad inverter, e che la loro installazione costituisca una sostituzione dell’impianto di riscaldamento esistente.

emura_silver_wifi_2_1

Come funziona il condizionatore ad inverter?

Il funzionamento della tecnologia ad inverter permette di ridurre la potenza elettrica assorbita dal compressore una volta raggiunta la temperatura desiderata, in maniera da mantenere la stessa costante.

La tecnologia di questi condizionatori è detta modulante perché, durante il loro funzionamento, la potenza necessaria diminuisce in funzione del raffreddamento ottenuto a mano a mano, fino ad arrivare al minimo necessario per il mantenimento della temperatura impostata, con un notevole risparmio energetico.

fujitsu-general_trial_lu

La tecnologia inverter conviene?

Il condizionatore ad inverter è più silenzioso, come è intuibile, poiché una volta che l’ambiente è in temperatura rallenta, in un certo senso, la marcia e quindi è meno rumoroso rispetto a quello on/off che continua il suo funzionamento al massimo regime o si spegne completamente.

Oltre a questo fattore e al maggiore comfort ambientale, la tecnologia inverter promette un maggior risparmio energetico di ca. il 30%-40%, per cui tutte le case produttrici stanno puntando su questi modelli.
In realtà, per essere precisi, è opportuno segnalare che per ottenere tali indici di risparmio energetico è necessario che l’apparecchio sia mantenuto in funzionamento in attività continuata per almeno sei ore.

Quindi, se è vero che, a fronte di una spesa maggiore, questi apparecchi possono permettere un minor consumo di energia e quindi un risparmio economico, è altrettanto vero che questi vantaggi vanno messi in relazione alle abitudini familiari.
Una famiglia in cui, ad esempio, i componenti sono frequentemente fuori casa e non amano tenere l’aria condizionata accesa per tutta la notte, potrebbe non ottenere un reale vantaggio economico. Non si può, quindi, dare una risposta univoca.

downloadElemento determinante è in ogni caso la classe energetica.Classe energetica climatizzatori ad inverter
Infatti i condizionatori sono regolati dalle norme europee sul risparmio energetico e, pertanto, devono essere classificati dal costruttore in base alle seguenti classi energetiche:
• A: ottimo
• B: buono
• C: medio
• D: mediocre
• E: basso
• F: molto basso
• G: pessimo.
Le classi più elevate comprendono, di solito, condizionatori a tecnologia ad inverter, in quanto quelli on/off difficilmente superano la classe C.

 

VENITE A TROVARCI…DA NOI I MIGLIORI MARCHI DELLA CLIMATIZZAZIONE

Lascia un commento

Nome (richiesto)
Email (richiesto)
Commenta (richiesto)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>